Brew the PlanetSeguici su Facebook

Caldaia di bollitura

caldaia di bollitura Si tratta banalmente di un pentolone in cui viene introdotto il mosto per essere bollito.
Deve essere della giusta capacità in quanto deve poter contenere il mosto in eccesso risultante dalla fase di risciacquo delle trebbie che verrà poi perso durante la bollitura stessa in forma di vapore. Inoltre durante la fase di bollitura si può sfruttare l'alta temperatura per sanificare materiale di lavoro (un esempio semplice è quello del chiller) che però una volta immersi andranno ad occupare altro volume all'interno del tino di bollitura.
Per dare qualche cifra possiamo considerare che per una cotta standard da 23 litri finali occorrerà un tino di bollitura di 50 litri.
Un'altra fondamentale carattersitica da tenere in considerazione quando si parla di caldaia di collitura è quella relativa al materiale di cui è composta. Per comparare i pregi e difetti dei principali materiali vi rimandiamo alla descrizione dettagliata realizzata nella pagina relativa alla caldaia di ammostamento.
   

 

     
  Versione Stampabile
Pericolo connessi alla produzione della birra fatta in casa Pericoli: leggere le avvertenze