Torna alla visione normale della pagina
Questa è una pagina ottimizzata per la stampa - Torna alla pagina normale

EBC - Stima del colore

La storia della stima del colore della birra nasce alla fine del 1800, precisamente nel 1883 quando Joseph W. Lovibond utilizza per la prima volta dei vetrini colorati per raffrontarli al colore della birra.
Per decenni la tecnica istituita da Lovibond fu utilizzata, tanto che ancora oggi parliamo di gradi Lovibond [°L] per descrivere il colore della birra (addirittura il nome di alcuni malti come ad esempio Cara 60 o il Crystal 120 devono parte del loro nome al grado di colorazione nella scala Lovibond di quel particolare malto tostato).
La principale pecca del metodo Lovibond però è il fatto che la stima del colore sia lasciata all’interpretazione umana (ovvero della persona che compara il colore della birra con il campione di vetro).
Nella metà del XX secolo quindi, per ovviare alla scarsa scientificità del metodo Lovibond, furono introdotti due nuovi standard per la misurazione del colore: lo standard SRM (Standard Reference Method) negli Stati Uniti e l’ EBC (European Beer Color) in Europa. Entrambi questi metodi si basano sull’utilizzo di uno spettrofotometro per la misurazione del colore.
I rapporti fra queste diverse scale di misura si possono riassumere nella seguente equivalenza:

 
 

Chi possiede uno spettrofotometro (chi non ne ha almeno uno in casa!!!) può misurarsi direttamente il grado di colore della propria birra, per tutti gli altri la misurazione può essere realizzata in due maniere:

  1. misurando con una comparazione visiva il colore della nostra birra con campioni di riferimento;
  2. calcolando il grado di colorazione della nostra birra in base ai grani che impieghiamo per produrla.

Per entrambi i punti sopra citati occorrerà utilizzare la seguente tabella di riferimento:

 
tabella colore birra
 

Per eseguire una comparazione visiva è sufficiente identificare il colore che più si avvicina a quello della nostra birra fra quelli presenti nella tabella qui sopra. Identificato il colore andiamo a leggere il grado SRM o EBC corrispondente.
Se invece si vuole calcolare in anticipo il grado di colorazione si può utilizzare la seguente formula:

 
 

dove:

L = grado Lovibond del malto
P = peso del malto espresso in libbre
Q = quantità finale di birra espressa in galloni

e avendo ben chiaro che:

1 libbra = 453,60 grammi
1 gallone = 4,54 litri

In questo caso però occorre sapere in anticipo il grado di colorazione delle singole tipologie di chicchi che andremo ad impiegare, valore che è sempre fornito dai produttori di malto. Ma facciamo un esempio per comprendere meglio la formula in questione.
Immaginiamo di voler calcolare il grado SRM di 5.30 galloni (20 litri) di birra che ha come ingredienti i seguenti malti:

American Pale 7.75 lb con grado Lovibond 1.8 [1]
Crystal 10L 1.75 lb con grado Lovibond 10 [2]
Flaked Wheat 0.50 lb con grado Lovibond 2 [3]

Andiamo ora a calcolarci con la sopra citata formula i singoli SRM per ogni tipologia di malto:

SRM1 = (1.8*7.75)/5.30 = 2.6
SRM2 = (10*1.75)/5.30 = 3.3
SRM3 = (2*0.5)/5.30 = 0.19

A questo punto non rimane altro che sommare i vari SRM calcolati per ottenere quello complessivo relativo alla birra:

SRMtot = SRM1 + SRM2 + SRM3 = 2.6 + 3.3 + 0.19 = 6.09 ˜ 6

Da cui possiamo facilmente ricavare anche il corrispettivo valore di EBC:

 
esempio calcolo ebc