Brew the PlanetSeguici su Facebook

Fermentatore

Si tratta di un recipiente in cui è presente il mosto dopo la bollitura e il raffreddamento a cui vengono aggiunti i lieviti che provocano la fermentazione degli zuccheri. In una produzione artigianale di solito si utilizza un recipente in materiale plastico o acciaio inox (più costoso) a chiusura ermetica sormontato da un gorgogliatore che ha la funzione di lasciar uscire l'anidride carbonica prodotta dalla fermentazione ed evitare che entri aria esterna.

In genere nelle produzioni casalinghe si utilizza un unico fermentatore e da questo si travasa direttamente la birra nelle bottiglie per la maturazione in bottiglia e il priming (carbonazione naturale).

E' possibile utilizzare due fermentatori nelle preparazioni all grain per migliorare la qualità del prodotto finale. Nel primo fermentatore si fa fermantare la birra per circa una settimana, poi si travasa nel secondo fermentatore allo scopo di eliminare il deposito sul fondo del primo fermentatore che contiene lievito, proteine e impurità che possono peggiorare il sapore della birra. A questo punto si procede come nel caso precedente con l'imbottigliamento e il priming.

Sostanzialmente i fermentatori si differenziano oltre che per i meteriali in cui sono realizzati anche per la forma. Vi è il modello più comune che ha forma cilindrica e che viene realizzato sia in plastica che in acciaio inox e poi possiamo trovare il modello a cono, di taglio un po' più professionale, realizzato esclusivamente in acciaio inox. Come detto anche per quanto riguarda le pentole e i tini di filtraggio l'acciaio inox è preferibile in quanto a durata e deperibilità del materiale rispetto alla plastica anche se presenta costi di molto superiore.
Il grande vantaggio dei fermentatori conici è quello però di eliminare, grazie appunto alla loro conformazione, la quasi totalità dei sedimenti prodotti in fase di fermentazione rendendo la birra molto più "pulita". Questo però a scapito di una maggiore perdita di birra in fase di travaso (circa un 7% del totale) dovuta al fatto che per poter eliminare ogni traccia di sedimenti il rubinetto di scarico in questi fermentatori è posto alla base del cono rovesciato.

Di seguito riportiamo alcune immagini che mostrano i due diversi tipi di fermentatori:

fermentatore conico acciaio inox fermentatore conico fermentatore cilindrico in plastica fermentatore cilindrico smontato
Fermentatore conico in acciaio inox Fermentatore cilindrico in plastica
       


     
  Versione Stampabile
Pericolo connessi alla produzione della birra fatta in casa Pericoli: leggere le avvertenze