Brew the PlanetSeguici su Facebook
Acqua Filtraggio del mosto
Contesto di lettura

Materie prime per birrificare: Amidi

Contesto di lettura

Premessa

Nella fase di ammostamento, sfruttando l'azione degli enzini prodotti nella fase di maltazione e presenti nel malto, possiamo convertire in zuccheri anche amidi derivati da altre fonti che andremo ad elencare di seguito. Questo procedimento viene a volte attuato per aumentare la percentuale di zuccheri della birra e di conseguenza il grado alcolico, impiegando delle materie prime poco costose ma molto ricche di amidi, come ad esempio il riso (impiegato in molte birre cinesi).

Riso

Si tratta di un alimento estremamente ricco di amido, tuttavia deve essere trattato allo scopo di cedere l'amido nel miglior modo possibile e mantenere la filtrabilità. Quindi si evita di ridurlo in farina ma si preferisce usare la tecnica di farlo passare su dei rulli surriscaldati ottenendo un effetto simile al riso soffiato (fiocchi di riso). E' possibile usare allo scopo le gallette di riso che si trovano facilmente in commercio prestando attenzione che non siano state trattate in alcun modo.

Patate

Patate

Sono praticamente un concentrato di amidi, se volete fare degli esperimenti tenete conto che vi conviene non usare la farina di patate perchè troppo fine e sarebbe poi un problema filtrare il mosto. Può andare bene fare le patate a fette abbastanza sottili in modo da permettere all'amido di solubilizzarsi con più rapidità. Alcuni preferiscono le patate esseccate in quanto dopo l'essiccazione perdono alcuni aromi non troppo apprezzati dai mastri birrai.

     
  Versione Stampabile
Pericolo connessi alla produzione della birra fatta in casa Pericoli: leggere le avvertenze